Consiglio Pastorale

CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE

 

I membri

I membri del C.P.P. della parrocchia di Sant’Ambrogio di Fiera, attualmente in carica, sono stati eletti domenica 5 maggio 2013 e rimarranno in carica fino a maggio 2018:

Don Angelo Visentin     Parroco (Presidente)*
Christian Cappello         Rappresentante Scout (Vicepresidente)*
Camilla Antonello          Direttrice scuola infanzia “S.M.Bertilla” (Segretaria)*
Alice Gardin                    Eletta dai parrocchiani* e poi Presidente parrocchiale A.C. (anni 2017-2018)
Andrea Stefanato            Rappresentante gruppo Sorriso
Antonella Miotto            Rappresentante Scout
Daniele Benzon              Eletto dai parrocchiani
Fabiano Mazzon             Rappresentante Gruppi Famiglie
Fabiola Lovisetto            Eletta dai parrocchiani
Francesco Botter             Eletto dai parrocchiani*
Francis Contessotto        Eletto dai parrocchiani
Franco Furlan                  Diacono permanente e rappresentante Caritas
Ilaria Rossi                       Rappresentante gruppo Giovani
Lino Beggio                     Eletto dai parrocchiani
Lucia Leandri                  Rappresentante Noi-Oratorio
Luciano Guerra               Rappresentante gruppo Missionario*
Marcello Stefani              Eletto dai parrocchiani
Marco Cappellazzo        Eletto come rappresentante giovani
Michele Pozzobon          Direttore coro e rappresentante gruppo liturgico
Nadia Agostinis              Rappresentante gruppo Catechisti
Patrizia Crosato              Presidente parrocchiale A.C.* (anno 2013)
Paolo Fabris                     Presidente parrocchiale A.C. (anni 2014-2016)
Roberto Bortolanza        Eletto dai parrocchiani
Silvia Tonon                    Rappresentante gruppo Sorriso
Suor Agnese                    Rappresentante Suore Carità S. Vincenzo
Suor Anna Maria            Rappresentante gruppo Eucaristico

 * Membri della Segreteria del C.P.P.

 

Che cos’è?

Il Consiglio Pastorale Parrocchiale (abbr. C.P.P.) è l’organismo attraverso il quale si attua la partecipazione e la corresponsabilità dei cristiani per l’edificazione della parrocchia. (Stat. A.2)
Il C.P.P. rivela la fisionomia nuova della Chiesa conciliare, popolo di Dio e comunità dei fratelli, animati da un solo spirito e partecipi di un medesimo ed unico sacerdozio di Cristo e perciò chiamati al servizio del regno. (Stat. A.3)

 

Da chi è formato?

Il C.P.P. è composto dai sacerdoti della parrocchia, da una rappresentanza dei religiosi e delle religiose che vi operano, e dai fedeli, uomini e donne, normalmente oltre i diciotto anni che, per esemplarità e in spirito di comunione ecclesiale, rappresentino effettivamente le varie componenti della comunità.
Alcuni vi partecipano in rappresentanza delle Associazioni, dei gruppi ecclesiali e del Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici (abbr. C.P.A.E.); altri sono eletti dai praticanti; altri possono essere nominati dal parroco secondo le opportunità. (Stat. A.7)

 

A che cosa serve?

Scopo del C.P.P. è di aiutare il parroco nella guida della comunità parrocchiale, perché essa sia fedele al Vangelo e sia aderente alle situazioni concrete, nel dialogo fra sacerdoti, religiosi e laici, nello spirito della comunione in Cristo.
Il parroco deve chiedere al C.P.P. il parere e la collaborazione per discernere, programmare, coordinare e verificare tutte le iniziative riguardanti l’evangelizzazione e la catechesi, la liturgia e i sacramenti, la testimonianza e il servizio della carità. (Stat. A.4)
Il C.P.P. deve tenere conto anche degli orientamenti e delle scelte pastorali della chiesa locale e di quelli più generali della chiesa universale e della Conferenza Episcopale Italiana. (Stat. A.5)

 

I compiti del Consiglio Pastorale Parrocchiale

  • Far crescere il legame di fraternità tra tutti noi e di accoglienza verso le famiglie che giungono ad abitare nella nostra parrocchia.
  • Programmare il piano pastorale annuale, in sintonia con il cammino della Chiesa universale e quella diocesana.
  • Promuovere le varie iniziative liturgiche (come l’Avvento, la Quaresima, l’avvio e la conclusione dell’anno pastorale…) per rendere le celebrazioni liturgiche sempre più un segno del Signore operante tra noi.
  • Condividere le iniziative di formazione e di Catechesi, promosse dai vari gruppi, per una maggior conoscenza di Gesù Cristo e del volto di Dio, che Egli ci ha rivelato suscitando anche il desiderio in altri fratelli di poterlo conoscere.
  • Affrontare, di volta in volta, alcuni problemi particolari che emergono dal vivere insieme e che domandano delle risposte adeguate.

 

Come funziona?

Il parroco presiede il C.P.P. ed è suo dovere consultare il C.P.P. per tutte le decisioni pastorali che riguardano ed impegnano tutta la comunità parrocchiale.
Compete a lui, però, valutare se le proposte dei consiglieri rispondono alla fede della chiesa, servono all’edificazione della parrocchia e mantengono la comunità cristiana nella comunione ecclesiale (Stat. A.9)

 

Statuto

Per leggere e scaricare lo statuto completo, redatto dalla diocesi di Treviso, si può cliccare qui.

I commenti sono chiusi