Consiglio Affari Economici

CONSIGLIO PARROCCHIALE per gli AFFARI ECONOMICI

 

I membri

I membri del C.P.A.E. della parrocchia di Sant’Ambrogio di Fiera attualmente in carica sono:

Don Angelo Visentin      parroco, che assume la carica di Presidente
Paolo Tasca                      Segretario
Vittorino Benvenuti
Vittorio Cagnato
Enzo Conte
Teresa Galiazzo
Giuseppe Schiavinato
Agostino Trevisiol

 

Natura

Il Consiglio Parrocchiale per gli Affari Economici (abbr. C.P.A.E.) in attuazione del can. 537 del Codice di Diritto Canonico, è l’organo di partecipazione dei fedeli nella gestione economica della Parrocchia.

 

Finalità

Il C.P.A.E. ha i seguenti scopi:

  • Coadiuvare il Parroco nel predisporre il bilancio preventivo della Parrocchia, elencando le voci di spesa prevedibili per i vari settori ed individuando i relativi mezzi di copertura;
  • Approvare, alla fine di ciascun esercizio, previo esame dei libri contabili e della relativa documentazione, il rendiconto consuntivo;
  • Esprimere il parere sugli atti di straordinaria amministrazione;
  • Curare l’aggiornamento annuale dello stato patrimoniale della Parrocchia, il deposito dei relativi atti e documenti presso la Curia diocesana (can. 1284, 2, n.9) l’ordinata archiviazione delle copie negli uffici parrocchiali.

 

Composizione

Il C.P.A.E è composto dal Parroco, che di diritto ne è il Presidente e dai fedeli laici da lui nominati.
I Consiglieri devono essere eminenti per integrità morale, attivamente inseriti nella vita parrocchiale, capaci di valutare le scelte economiche con spirito ecclesiale e possibilmente esperti in diritto o in economia.
I loro nomi devono essere comunicati alla Curia Vescovile quindici giorni prima del loro insediamento.
Per tutta la durata del loro mandato i consiglieri non possono essere revocati se non per gravi e documentati motivi.

 

Compiti del Consiglio

Il C.P.A.E. ha funzione consultiva, non deliberativa; tuttavia esso esprime la collaborazione responsabile dei fedeli nella gestione amministrativa della parrocchia in conformità del can. 212 n.3.
Il Parroco ne ricercherà e ne ascolterà attentamente il parere, non se ne discosterà se non per gravi motivi e lo userà ordinariamente come valido strumento per l’amministrazione della Parrocchia.
In ogni caso, la legale rappresentanza della Parrocchia spetta al Parroco, il quale è amministratore di tutti i beni parrocchiali a norma del can. 532.

 

Informazione alla Comunità parrocchiale

Il C.P.A.E. presenta annualmente, al Consiglio Pastorale Parrocchiale e alla Comunità parrocchiale, il rendiconto sull’utilizzazione delle offerte ricevute dai fedeli (can. 1287), indicando anche le iniziative per l’incremento delle risorse necessarie per la realizzazione delle attività pastorali e per il sostentamento del clero parrocchiale.

 

Statuto

Per leggere e scaricare lo statuto completo, redatto dalla diocesi di Treviso, si può cliccare qui.

I commenti sono chiusi