Movimento Eucaristico

MOVIMENTO EUCARISTICO

 

Il Movimento Eucaristico in parrocchia di Fiera

Il Movimento Eucaristico a Fiera conta circa 40 persone. Ci incontriamo in chiesetta di san Luca al Gescal, ogni mercoledì dalle ore 17 alle 18. Si prega per alcune particolari intenzioni che ci vengono proposte. Poi, ci incontriamo per un’ora di preghiera anche ogni secondo venerdì del mese dalle ore 19 alle 20, sempre in chiesetta al Gescal.
In avvento e in quaresima ci incontriamo con tutti gli Adoratori del Veneto, seguiti da don Antonio Guidolin il quale ci guida su una meditazione a cui segue la santa Messa. In questi incontri c’è l’accoglienza dei nuovi iscritti, con la consegna dei segni carismatici.

La responsabile del gruppo di Fiera è Suor Anna Maria Bordignon e l’assistente è don Antonio Guidolin.
Per aderire a questo apostolato orante è possibile chiedere informazioni a Suor Anna Maria al numero 338 5461957.

Che cos’è il Movimento Eucaristico

Il Movimento Eucaristico è un dono, che le Suore Dorotee hanno ricevuto, accolto e cercano di custodire con amore; un dono dato a loro, ma non per loro, bensì per tutti coloro che, laici e consacrati, amano il Signore e desiderano amarlo sempre di più attingendo dalla fonte inesauribile del Cuore di Gesù e di Maria.
Aderire al Movimento Eucaristico non è diventare membri di un gruppo, ma è crescere nello spirito, nella sensibilità, nella capacità di farsi dono.
Il Movimento Eucaristico aiuta a vivere il proprio battesimo in modo attivo, come pietre vive nell’edificio della Chiesa, non in forme appariscenti, ma attraverso l’offerta del quotidiano che, unito al sacrificio di Cristo, da Lui purificato e trasformato, viene reso “sacrificio gradito” al Padre.

Il Movimento Eucaristico è:

  • un’unione spirituale di fedeli impegnati in un’intensa preghiera di lode, di supplica e di riparazione;
  • una risposta alla sete del Cuore Eucaristico di Gesù che desidera la salvezza di tutti gli uomini;
  • una corrente di spiritualità eucaristica che si colloca nel contesto della realtà ecclesiale a cui possono aderire tutti coloro che ne condividono le finalità;
  • accoglienza all’invito della Chiesa che attraverso le parole di Giovanni Paolo II esorta: “L’adorazione eucaristica diventi un impegno speciale per i singoli fedeli e per le comunità parrocchiali e religiose. Restiamo prostrati a lungo davanti a Gesù presente nell’Eucaristia riparando con la nostra fede e il nostro amore le trascuratezze, le dimenticanze e persino gli oltraggi che il nostro Salvatore deve subire in tante parti del mondo.” (Mane nobiscum Domini n.18)

San Giovanni Antonio Farina

Le origini

La Congregazione delle Suore Maestre di S. Dorotea Figlie dei Sacri Cuori, realizzando l’invito del Signore: «Restate qui e vegliate con me», e facendo proprio l’anelito del loro Fondatore, il vescovo Giovanni Antonio Farina, di vivere una ininterrotta preghiera di adorazione, ha dato vita il 12 agosto 1897, nella Chiesa della Casa Madre a Vicenza, all’Adorazione Eucaristica Perpetua.
Il 23 luglio 1914 tale iniziativa è stata aperta anche ai laici grazie all’apertura della Chiesa dell’Adorazione perpetua, costruita appositamente con ingresso in via S. Domenico, Vicenza.
Nel 1990 il desiderio delle Figlie dei Sacri Cuori di condividere anche con i laici un aspetto della propria spiritualità eucaristica, ha promosso il Movimento Eucaristico, aggregazione laicale i cui membri si impegnano nella missione della preghiera di adorazione e riparazione unita alla carità attenta ai più bisognosi.
Questa ispirazione ha trovato conferma nella sorprendente risposta di numerosi laici, desiderosi di scoprire e di vivere la ricchezza della preghiera eucaristica, come adorazione e riparazione. È sorta così l’esigenza di appuntamenti settimanali “davanti a Gesù”.
L’impegno dei primi adoratori e la loro testimonianza, sono diventati invito e proposta favorendo la crescita e la diffusione del Movimento Eucaristico. Ora gli Adoratori sparsi nei vari continenti sono più di 2.500.

Alcuni fatti hanno segnato e confermato gli inizi del Movimento Eucaristico:

  • l’anniversario dell’inizio dell’adorazione eucaristica pubblica (1914): questa festa celebrata per la prima volta nel 1991, continua ad essere ricordata;
  • la sosta adorante di Giovanni Paolo II nella Chiesa dell’Adorazione Perpetua il 7 settembre 1991;
  • l’approvazione del Movimento Eucaristico ottenuta dal XVI Capitolo Generale della Congregazione nel 1993;
  • la stesura di un Regolamento che indica le finalità del Movimento Eucaristico e gli impegni degli aderenti.

Si riceve, dalla sacra Congregazione dei religiosi, la risposta di apprezzamento in questi termini: “Ottima l’iniziativa del Movimento Eucaristico sorta accanto alla comunità delle Suore Adoratrici di Vicenza con scopo di adorazione-riparazione, e che va largamente estendendosi fra i Laici simpatizzanti dell’Istituto.

Finalità

Adorare — Amare — Riparare Gesù vivo nell’Eucaristia presentando al suo Cuore:

  • il Santo Padre
  • i fratelli bisognosi della Misericordia divina
  • la missione apostolica della Congregazione
  • le persone consacrate
  • i sacerdoti e il loro ministero

Impegni

Vivere un’intensa vita cristiana alimentata da:

  • la Parola di Dio
  • la frequenza ai Sacramenti
  • la pietà eucaristica
  • la fedeltà ai propri doveri

Coltivare la propria vita eucaristica attraverso:

  • un’ora di adorazione settimanale, comunitaria o personale
  • la pratica dei primi venerdì del mese
  • l’offerta del lavoro, della sofferenza e di atti di amore a Gesù Sacramentato secondo le intenzioni della Chiesa
  • la testimonianza e lo zelo per suscitare innamorati dell’Eucaristia e del Cuore misericordioso di Gesù

La missione apostolica del Movimento Eucaristico laicale è la preghiera di adorazione e riparazione unita alla carità attenta ai più bisognosi.

Cammino formativo

Il cammino formativo alla spiritualità eucaristica viene assicurato ai gruppi degli Adoratori a vari livelli.

Esso comporta oltre alla preghiera personale e all’adorazione settimanale:

  • incontri formativi mensili, incontri formativi zonali nei tempi forti dell’anno liturgico;
  • gli esercizi spirituali e l’assemblea generale annuale.

Queste proposte si sviluppano secondo un Progetto Formativo elaborato dal Comitato Movimento Eucaristico e approvato dalla Superiora Generale della Congregazione delle Suore Dorotee Figlie dei Sacri Cuori. Tale Progetto si armonizza generalmente con le tematiche pastorali della Chiesa e della Congregazione con la quale il Movimento Eucaristico condivide la spiritualità e l’apostolato eucaristico.

Il logo

II logo, con lineare semplicità e chiarezza teologica, richiama il dono supremo del Salvatore consumato sulla Croce e “ripresentato” a noi continuamente nel Sacrificio Eucaristico.

L’Ostia evidenzia il mistero del Pane spezzato e del Sangue versato.

I raggi partono dall’Ostia prendendo tutte le direzioni dello spazio a significare che Gesù è il pane di vita per tutti.

Il monogramma: Jesu Hominum Salvator = Gesù Salvatore degli uomini.

Croce e Cuore: dal cuore che sormonta la Croce sgorgano sangue e acqua, segno e sigillo del dono totale di Cristo; da Cuore si innalza la fiamma della Carità.

A chi è rivolto

Il Movimento Eucaristico è aperto a tutti: bambini e adulti, sani e ammalati, giovani e anziani che si sentono chiamati ad adorare il Cuore eucaristico di Gesù.
Rimanere in adorazione, se pur nel segreto della tua casa o nel silenzio del tuo dolore anche per chi non crede o professa un’altra religione, svolgi con la tua pratica riparatrice una “missione ecclesiale” che comprende e vive il mistero della Chiesa, Corpo Mistico di Cristo.

Per aderire a questo apostolato orante è possibile chiedere informazioni a Suor Anna Maria al numero 338 5461957.

 

I commenti sono chiusi